LO SAPEVI CHE

Blocco dei veicoli per l’elevato inquinamento

Comune Di Vicenza

I cittadini e i negozianti hanno ragione a lamentarsi del blocco. Ma lo scorso anno è stato firmato un accordo ed è necessario rispettarlo.

Il blocco antismog, che in questi giorni tiene fermi i veicoli diesel fino all’euro 4, non è certo volontà del sindaco di Vicenza Francesco Rucco, ma è un obbligo a cui non può sottrarsi, viste anche le pesanti sanzioni che potrebbero colpire la città, con responsabilità penali a carico del primo cittadino.

 

Le dichiarazioni del primo cittadino di Vicenza

Non mi è piaciuto l’atteggiamento pilatesco della Regione – commenta Rucco – che ha scaricato sui sindaci la responsabilità di misure pesanti e impopolari, ma sulla salute non si scherza. Sarebbe invece opportuno che ci fosse un’unica regia, in grado di uniformare le ordinanze su un territorio sovraregionale, perché solo in questo modo le misure sarebbero efficaci. Ci rendiamo conto – prosegue il sindaco – che bloccare le auto a macchia di leopardo ha poco senso, come ha poco senso non intervenire con misure più incisive su altre fonti ben più inquinanti. E poi, se vogliamo bloccare, è giusto che siano previsti incentivi per chi sostituisce l’auto o per chi utilizza il trasporto pubblico. Cittadini e associazioni di categoria hanno ragione a chiedere queste misure e noi per primi siamo pronti a sostenere le richieste a tutti i livelli di governo“.

Aperto un tavolo con tutte le categorie

Un impegno a cui il Comune sta già lavorando. Lo scorso mese è stato aperto un tavolo con le associazioni di categoria e con ACI voluto dal sindaco e dall’assessore all’ambiente Lucio Zoppello.

Si sta predisponendo una lettera indirizzata a Regione e Governo per sottolineare la necessità di mitigare gli effetti del blocco con incentivi e misure di sostegno per l’utilizzo di fonti meno inquinanti.

Entro l’anno – conclude il sindaco – ci riuniremo per sottoscrivere la richiesta e per confrontarci. Dobbiamo muoverci tutti assieme e pretendere quello che ci spetta“.

Giancarlo Noviello

Autore: Giancarlo Noviello

Giornalista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, collabora con il Gazzettino di Padova dal 20 ottobre 2017, dopo aver trascorso dieci anni nel gruppo dei quotidiani GEDI (Mattino di Padova – La Nuova Venezia e Mestre e La Tribuna di Treviso). Scrivo su alcuni periodici di informazione cartacea e on line, e coordino alcuni Uffici Stampa. Nel tempo libero amo correre come atleta master. Sono tesserato con l’Atletica Due Torri Noale e ho partecipato e concluso una quindicina di maratone italiane ed estere, tra le quali Parigi, Londra, Berlino e Dublino, debuttando alla maratona del Santo a Padova nel 2008.

Blocco dei veicoli per l’elevato inquinamento ultima modifica: 2018-12-12T00:20:57+01:00 da Giancarlo Noviello

Commenti

To Top