NATURA

Giardini Salvi e la sua ricca vegetazione

Giardini Salvi

Adiacenti alle musa di piazza Castello e più precisamente in piazzale De Gasperi, sorgono Giardini Salvi, il giardino pubblico per eccellenza della città.

Dalla inaugurazione ai tempi nostri

Inizialmente inaugurati nel 1592 da Luigi Valmarana, si estendevano fino all’attuale prolungamento di corso Palladio e corso della Seriola, torrente dotato di un ponticello in legno.
Dopo una chiusura forzata di circa 200 anni furono trasformati nell’Ottocento in un giardino inglese e successivamente riaperti nel 1909 al pubblico.
Negli ultimi anni sono stati sede di mercatini natalizi e fino febbraio 2009 hanno subito un importante intervento di riqualificazione.

Le particolarità

Al suo interno sono presenti due logge palladiane, la “Loggia Longhena” a tre fornici e la “Loggia Valmarana” in stile dorico a cinque fornici.

Loggia Valmarana Palladio Giardini Salvi

L’arco “del Revese” costituisce l’ingresso principale ed è ciò che rimane di un arco trionfale fatto erigere nel 1608 da Pier Paolo Battaglia, Capitano di Vicenza, lungo l’attuale Viale Roma.
Smantellato nel 1938 in favore al passaggio del corteo fascista capeggiato da Benito Mussolini in visita alla città, venne ricostruito proprio davanti al parco in forma ridotta.

I Giardini Salvi sono conosciuti soprattutto per la ricca vegetazione che si diversifica in diverse specie, in modo particolare squamiformi, aghifoglie e latifoglie.
Diverse qualità di cipresso, abete e pino oltre a cipressi, faggi, ippocastani e molte altri esemplari rendono gradevole la visita a questo importante storico parco di Vicenza.

Gli eventi

Negli ultimi anni Giardini Salvi sono stati palcoscenico per diversi eventi ed hanno ospitato sport, cultura e spettacolo.
Tra questi è bene ricordare il Lumen Festival, una manifestazione dedicata alla musica, all’arte e al visual design.
Durante la manifestazione, oltre ai ricchi menù offerti dal “food truck” ed al “mercato del disco” si è tenuta la Notte Bianca di Vicenza, che si è prolungata fino alle 3 di mattina.
Anche Andrea Palladio ha trovato spazio nei giardini della città con l’evento “Palladio tra le righe”.
All’interno del parco erano a disposizione degli occhi di molti curiosi le opere meno conosciute e incompiute dell’artista berico.

Giardini Salvi Vicenza 2

Anche lo sport ha valorizzato il grande polmone verde di Vicenza: il campionato veneto Sprint Relay, la staffetta di corsa di orientamento organizzata dalla ASD Vicenza Orienteering Team.
In pratica si tratta di una corsa agonistica che normalmente viene corsa all’interno di un bosco.
Questa volta però si è trattato di una variante interessante in quanto gli atleti hanno provato la pratica all’interna di uno spazio urbano.

 

Matteo Venturini

Autore: Matteo Venturini

Giornalista iscritto all’Albo della Regione Veneto e scrittore, è anche Direttore Responsabile del quotidiano nazionale www.laltrapagina.it e storico collaboratore del mensile Il Piave.
Titolare di della web agency Emmevi Comunicazione (www.mvcom.it) fornisce consulenza a imprenditori in ambito comunicazione aziendale, social media e marketing.
Grande appassionato di sport fonda nel 2003 la polisportiva A.S.D. Patavium 2003 del quale ne è attualmente Presidente Onorario.
Appassionato di cultura, sport e tradizioni è il Responsabile di itVicenza.

Giardini Salvi e la sua ricca vegetazione ultima modifica: 2018-12-06T01:00:25+00:00 da Matteo Venturini

Commenti

To Top