Giovanni Volpato, l’uomo che inventò i souvenir - itVicenza

itVicenza

ARTIGIANATO LO SAPEVI CHE

Giovanni Volpato, l’uomo che inventò i souvenir

Giovanni Volpato - primo piano di Volpato

Giovanni volpato, fu lui nel ‘700 l’inventore dei souvenir. Nato a Bassano del Grappa, Giovanni cambiò il cognome Trevisan con quello della nonna materna, Volpato, e, ogni tanto, firmava le sue opere anche alla francese: Jean Volpato o Giovanni Renard, approssimativa traduzione di Volpato. Insomma era un tipo originale.

Giovanni Volpato

Da ragazzo imparò bene l’arte dell’incisione. Lavorò a Venezia, prima nella bottega dell’incisore fiorentino Francesco Bartolozzi. In seguito in quella di Joseph Wagner, punto d’incontro dei migliori incisori della città. Era un ambiente frequentato dai importanti collezionisti, intellettuali e artisti di passaggio. Forte di questo prezioso bagaglio di competenze e relazioni, alla fine Volpato aprì una bottega tutta sua.

Giovanni Volpato - Souvenir appesi

Dopo vari successi di grande rilievo, Volpato venne chiamato a Roma per un incarico di prestigio. Doveva riprodurre degli ornati di volte e pilastri delle Logge affrescate da Raffaello in Vaticano. Volpato quindi realizzò magistralmente 12 incisioni poi raccolte in tre raffinati volumi, stampati tra il 1772 e il 1777. Il papa, Pio VI ne rimase estasiato. A Roma molti recuperavano opere d’arte e già esistevano i falsi!  Si diffondeva il Grand Tour e Volpato finanziò un intenso programma di scavi, raggranellando parecchie sculture.

Grand Tour e souvenir

La richiesta di oggetti della Roma antica era tale che, all’attività di scavo, Volpato affiancò una compravendita di reperti che includevano anche oggetti rinvenuti da altri. Ma non tutti i “Grand Turisti” potevano permettersi di comperare costose anticaglie. Volpato fiutò l’affare. Decise di produrre copie di piccole dimensioni di statue romane a un prezzo abbordabile. Le realizzò in biscuit, un materiale poroso bianco e opaco, simile al marmo. Volpato però pensò bene di chiedere al papa, suo sostenitore, di vietare a chiunque, per 15 anni, di avviare un’impresa simile nello Stato Pontificio. Aprì quindi la fabbrica in via Urbana, al rione Monti, e vi stabilì anche la sua dimora privata. Le statuine in biscuit  ebbero grande successo, e a buon diritto possono essere considerate le antenate blasonate degli attuali souvenir. Realizzate in modo seriale, erano proposte in tre misure diverse, con prezzi che variavano a seconda dell’altezza

Statuine in biscuit

Volpato capì anche che la pubblicità era l’anima del commercio e fece pubblicare sul Times di Londra la lista dei nuovi prodotti, con i relativi prezzi, che comprendevano anche oggetti di uso quotidiano. Si mise a produrre oggetti come bacili da barba, lumi da notte e barattoli da tabacco. Non gli mancavano grandi clienti come il re Gustavo III di Svezia, a cui vendette 12 statue. Molti stranieri, curiosi di vedere le statue acquistate dal re, compravano a loro volta qualcosa. Anche l’imperatrice Caterina II di Russia, pur non essendo mai venuta a Roma, fu sua cliente. Acquistò infatti la serie di 26 tavole, incise e acquarellate, che riproducevano le Logge vaticane di Raffaello. Ne rimase così ammirata da fare un voto a “San Raffaello”. Promise che le avrebbe fatte riprodurre in grandezza naturale nella sua reggia di San Pietroburgo. Un voto che le costò 60mila scudi romani.

Miniature di Giovanni Volpato

Del resto, in viaggio, c’è sempre qualcuno felice di portarsi a casa un mini Colosseo o un Apollo in miniatura. Quella del souvenir è un’abitudine diffusa e popolare che ha radici lontane florida ancora oggi. Volpato diventò un personaggio e conobbe personalità come Goethe, ma anche Antonio Canova, suo conterraneo e grande amico. Quando Volpato morì, infatti, Canova realizzò una stele funeraria, simbolo dell’Amicizia piangente. Quanto a Volpato, morì nel 1803, a 71 anni, lasciò un’impresa fiorente e l’idea del souvenir arrivata fino a noi.

Giovanni Volpato, l’uomo che inventò i souvenir ultima modifica: 2022-09-20T21:26:13+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Promuovi la tua azienda in Italia e nel Mondo
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x