itVicenza

pubbliredazionale CIBO CUCINA TRADIZIONALE

I bigoli alla vicentina, una ricetta facile e gustosa

i Bigoli un piatto di bigoli impiattati
Articolo promozionale

I bigoli alla vicentina sono un classico della cucina tradizionale. Stiamo parlando di gustosi spaghettoni, un po’ più spessi degli spaghetti “normali” e non sono mai bucati; da con confonderli quindi con i bucatini. Per questa ricetta, sarà è meglio scegliere un’anatra novella di piccole dimensioni, indispensabile per la riuscita della nostra ricetta.

I bigoli

Questi spaghettoni, sono tassativamente di pasta fresca all’uovo, generalmente preparati in casa, ma si possono anche acquistare come pasta fresca nei negozi specializzati e nei supermercati. I bigoli sono fantastici se cotti nel brodo d’anatra e conditi con un bel sugo d’anatra; dal guasto particolare e piuttosto aromatizzato e dal profumato inconfondibile che fa tanto tradizione.

I bigoli - Anatra allevata allo stato semi brado

Si tratta di un piatto tipicamente veneto, che “regna” nella cucina tipica di Vicenza. Volendosi cimentare in questa ricetta, non ci sono delle grandi difficoltà. Serviranno, almeno quattro uova, e circa 400 gr di farina di grano duro. Occorrerà un’anatra, meglio se presa dal contadino, poi una bella cipolla bianca, sedano, rosmarino, aglio e timo. Occorreranno anche un po’ di maggiorana, salvia, e del prezzemolo. Sarà indispensabile pure un po’ di vino bianco da tavola, del parmigiano di buona qualità, e un po’ d’olio extra vergine d’oliva.

I bigoli alla vicentina

Naturalmente tenete a portata di mano sale e pepe a piacere secondo il gusto. Innanzitutto, bisognerà preparare il nostro brodo usando tutti gli odori, ovvero cipolla, sedano e le ossa della nostra anatra, o le parti che usate tradizionalmente del volatile a piacere per il brodo. Se avete un macellaio di fiducia, meglio farsi pulire ed eviscerare l’anatra, cosa che renderà più semplice il vostro lavoro. Il brodo dovrà andare almeno un’oretta e salatelo a piacere.

I bigoli - macchina per pasta  Per fare i Bigoli

Mentre il brodo sta sobbollendo, potremo procedere con la preparazione dei nostri bigoli. Iniziamo con il fare un bel vulcano, rompendo le uova e amalgameremo il tutto per bene. Dovremo lavorate bene l’impasto e, poi aiutandoci con l’apposito torchio di bronzo, iniziare a trafilare i bigoli. Per chi non è pratico, si chiama il “bigolaro”, non raro, ma piuttosto diffuso non solo a Vicenza, ma un po’ in tutto il Veneto.

Anatra

Dovremo adagiare in un vassoio i bigoli, e a questo punto, preparare il nostro sugo. Basterà tagliare a pezzetti le rigaglie, il ventriglio e la polpa interna dell’anatra. Con pazienza, potremo tagliuzzare anche a fettine la pelle del volatile. Poi metteremo il tutto a rosolare in una padella antiaderente, con uno spicchio d’aglio.

i bigoli - Brodo di anatra

Se non amate l’aglio, potete lasciarlo in camicia, schiacciarlo, oppure tritarlo in modo tradizionale. Dovremo aromatizzare il tutto con pepe, non indispensabile, e con timo, rosmarino, salvia e maggiorana, avendo cura di sminuzzare tutte le erbette con cura. Mentre l’anatra andrà in padella, dovremo versarci un po’ di brodo per allungare il nostro sugo. Sarà opportuno versare anche un goccio di vino bianco a piacere. Inoltre, dopo che sarà evaporato, dovremo assaggiare per controllare se il sugo è giusto di sale. Alle spezie precedenti, dovremo aggiungere un bel mazzetto di prezzemolo sminuzzato.

Soppressa vicentina

Faremo andare a fuoco lento per circa un’ora e mezza. Dovremo regolarci, controllando la cottura, finché il sugo non si sarà ben ristretto. Solo ora potremo cuocere i bigoli nel brodo d’anatra precedentemente preparato. Una volta scolati al dente, impiattare e potremo condire con il sugo ben caldo. Sopra potremo mettere una spolverata di parmigiano a piacere. Una buona idea per rendere ancora più saporiti i nostri bigoli, è quella di aggiungere al sugo, anche della gustosissima soppressa vicentina a pezzetti.

I bigoli alla vicentina, una ricetta facile e gustosa ultima modifica: 2021-01-08T17:04:30+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x