SPORT

Il Vicenza supera la Vis Pesaro in un terreno difficile. Decidono Guerra e Arma

Michele Serena

Con Giove Pluvio che non ha dato tregua per l’intera durata dell’incontro, il Lane supera meritatamente la Vis Pesaro pur soffrendo sul campo. L’1-2 finale, è arrivato grazie al tandem d’attacco Guerra e Arma.

Quest’ultimo, insieme allo straripante Davide Bianchi, è stato tra i protagonisti della vittoria in terra marchigiana.

Queste le dichiarazioni raccolte dai protagonisti nella sala stampa dello Stadio “Benelli”.

Mister Serena:

E’ stata una gran bella vittoria per come i ragazzi hanno interpretato la partita. Potevamo chiuderla prima per non rischiare fino alla fine ma ho visto una grande partecipazione da parte di tutti, compreso chi è subentrato. Penso ci sia stata la determinazione e lo spirito giusto in entrambe le fasi, come gli attaccanti che hanno ripiegato spesso in aiuto nonostante il campo difficile. Avevamo preparato la partita nell’attaccare gli spazi dietro ai loro centrali; Davide Bianchi ci è riuscito spesso. Sono veramente contento per Arma, spero che questa iniezione di fiducia lo aiuti a colmare il gap fisico. Grandi meriti vanno a Renzo Rosso che a poche ore dalla fine del mercato è venuto a “rendere leggeri” i ragazzi tramutando questo spirito in grande corsa. Alla fine è stata una sofferenza vera e proprio, peccato perché non abbiamo sfruttato le palle per chiuderla. Conosco Lazzari, conosco il suo piede e ho preso paura. Abbiamo concesso veramente poco e se devo trovare il pelo nell’uovo penso alle sei palle per chiudere la partita per andare sul 3-0. Non penso alla prossima in casa, ma alla sfida contro la Feralpisalò perché ho già vinto la Coppa Italia e voglio alzarla nuovamente. Bovo e Pontisso sono entrati bene con l’impatto giusto che serviva. Sono contento anche per Grandi per un paio di grandissimi interventi: ha avuto una grandissima reazione personale rispetto a sette giorni fa”.

Arma E Bianchi

Mister Colucci (Vis Pesaro):

Nei primi 20′ i ragazzi sono andati in difficoltà su quattro falli laterali. Nonostante le condizioni pessime del campo di melma e fango la prestazione c’è stata, con palla a terra. Grandi ha dovuto compiere tre interventi importanti. Ho fatto i complimenti ai miei ragazzi ma è logico che dobbiamo fare qualcosa in più per commettere qualche ingenuità in meno. Vicenza grande squadra? Anche la Vis lo è, lo abbiamo dimostrato facendo una partita all’altezza: non abbiamo perso noi ma hanno vinto loro”.

Davide Bianchi:

“Credo sia stato un primo tempo importante da parte di tutta la squadra. Nella ripresa abbiamo sofferto di squadra ma l’obiettivo di oggi era portare a casa i tre punti. L’assist viene valorizzato dal gol: Arma ha fatto un gol incredibile e sono felice che sia nato sul nostro asse. Nel primo tempo abbiamo messo in pratica quanto provato in settimana giocando dietro il loro ultimo uomo. Oggi siamo stati cattivi, a differenza di quanto avvenuto con il Renate. Ho giocato nella catena con Nicolò Bianchi ma mi trovo bene anche con Cinelli, Zonta, Laurenti, Bovo e tutti gli altri perché hanno grande qualità. Grandi ci ha salvato il risultato ma anche noi abbiamo avuto la possibilità di fare il terzo. Loro hanno pressato di più ma noi abbiamo avuto le occasioni del 3-0 e siamo stati bravi con lo spirito di sacrificio. C’eravamo posti l’obiettivo di vincere e oggi siamo stati bravi a raggiungerlo”.

Bizzotto

Arma:

“Ho provato a fare questa mezza rovesciata ed è andata bene ma sono felice soprattutto per i tre punti. A livello personale oggi stavo molto bene fisicamente dopo aver perso brillantezza per l’infortunio. Molto bene nel primo tempo, nella ripresa abbiamo pensato più a difenderci ma ci sta in un campo così difficile. Avremmo potuto chiuderla prima ma abbiamo creato tantissime occasioni specie grazie alla corsia destra. Oggi contava solo vincere e il successo è arrivato grazie al lavoro in settimana. Bravo Grandi perché ha fatto belle parate ma tutta la difesa ha respinto, magari non in modo bellissimo ma con molta concretezza grazie a un nuovo equilibrio del reparto arretrato. Questa partita a livello mentale ci dà una botta di positività importante anche perché martedì ci aspetta un’altra partita importante. Dobbiamo poi vincere contro la mia ex squadra del Pordenone che è meritatamente prima . Ci tengo a dedicare questo gol a Stefano, un tifoso che sta combattendo una battaglia personale; questa vittoria è per lui e per tutti i tifosi biancorossi che sono sempre con noi”.

Giancarlo Noviello

Autore: Giancarlo Noviello

Giornalista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, collabora con il Gazzettino di Padova dal 20 ottobre 2017, dopo aver trascorso dieci anni nel gruppo dei quotidiani GEDI (Mattino di Padova – La Nuova Venezia e Mestre e La Tribuna di Treviso). Scrivo su alcuni periodici di informazione cartacea e on line, e coordino alcuni Uffici Stampa. Nel tempo libero amo correre come atleta master. Sono tesserato con l’Atletica Due Torri Noale e ho partecipato e concluso una quindicina di maratone italiane ed estere, tra le quali Parigi, Londra, Berlino e Dublino, debuttando alla maratona del Santo a Padova nel 2008.

Il Vicenza supera la Vis Pesaro in un terreno difficile. Decidono Guerra e Arma ultima modifica: 2019-02-04T01:12:29+01:00 da Giancarlo Noviello

Commenti

To Top