itVicenza

LO SAPEVI CHE TRADIZIONI

Immacolata Concezione: l’8 dicembre ritorna la tradizionale festa

Immacolata Concezione

Tra le numerose festività che cadono a dicembre, la prima che incontriamo è la Festa dell’Immacolata Concezione, che oltre all’aspetto religioso tocca pure la vita civile, essendo riconosciuto come giorno di festa nazionale.
Dal punto di vista spirituale l’Immacolata Concezione è un giorno pieno di significato e legato alla tradizione, inserendosi di fatto nell’Avvento, ovvero il periodo di quattro settimane precedenti al Natale.

immacolata Il Papa E Limmacolata

Immacolata: riflessione e tradizione insieme

Si parla quindi di giorni dedicati alla riflessione e alle tradizioni. Anche dal lato più profano. Tanto che in genere proprio l’8 dicembre è il giorno in cui le famiglie decidono di addobbare l’albero natalizio ed allestire il presepe. Per l’aspetto spirituale riveste un’ovvia importanza per il culto mariano; visto che è Maria Vergine madre di Gesù ad essere celebrata l’8 dicembre. Con l’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria (nome completo della festività) si ricorda proprio come la santa donna sia nata senza essere macchiata dal peccato. Come prova della qualità spirituale che la resero perfetta e prescelta per il ruolo di madre di Gesù; e non come rimembranza del concepimento del figlio di Dio.

Addobbi Natalizi

Questo è un errore comune, che attribuisce la parola “immacolata” alla concezione; quando invece si riferisce proprio allo stato di Maria Vergine. Fatto rimarcato dalle parole presenti nella preghiera a lei dedicata che la descrivono “piena di grazia”; ovvero della Grazia di Dio che la rende priva di peccato. Dall’altro lato, tale ricorrenza coincide con l’inizio simbolico del periodo delle feste natalizie. Ed è una delle feste più attese; anche perché la tradizione vuole che sia il giorno in cui la famiglia faccia il presepe e l’albero di Natale. Mentre le città e i piccoli borghi risplendono delle luci e dei colori dei mercatini.

immacolata Presepe
Il presepe preparato in famiglia

L’Immacolata Concezione anticipa di nove mesi esatti la Natività di Maria

Considerando che Maria è stata concepita senza peccato per volere di Dio, la data della festività dell’Immacolata fu individuata in relazione alla nascita della Vergine e alla festa della Natività di Maria, fissata proprio l’8 settembre; l’Immacolata Concezione anticipa così di nove mesi esatti la Natività di Maria.

immacolata Natività Di Maria

Ma la ricorrenza della festa dell’Immacolata, è legata anche l’inaugurazione di quello che probabilmente è il monumento più celebre dedicato a questo dogma, ossia la Colonna dell’Immacolata che si trova in piazza Mignanelli, accanto a piazza di Spagna, a Roma. L’opera, voluta sempre da papa Pio IX, è costituita da un basamento di marmo, su cui poggia una colonna di marmo che sorregge una statua bronzea raffigurante la Madonna. Proprio questo monumento, ogni 8 dicembre, in occasione della festa dell’Immacolata viene omaggiato dai romani e dal Pontefice.

La festa a Vicenza

Tutte le feste in piazza a Vicenza, in chiesa per celebrare la festa dell’Immacolata Concezione dedicata alla Madonna, la Vergine Maria che venne preservata immune dal peccato originale, saranno ovviamente tutte rinviate all’anno prossimo. La festa dell’Immacolata, che solitamente rappresenta un vero e proprio ponte, a Vicenza si festeggia ogni anno organizzando, viaggi, vacanze, last minute, weekend fuoriporta per tutta la famiglia, con grandi e bambini che sono a casa da scuola.
A Bassano del Grappa, per esempio, durante il ponte dell’ 8 dicembre si può passeggiare per le vie del centro storico ammirando contemporaneamente le bellezze di questo borgo e le strenne natalizie che ammiccano piene di magia dagli chalet di legno del “Mercatino di Natale“.

immacolata Mercatini
Mercatini


Dopo dieci mesi di pandemia; non possiamo dimenticare come il coronavirus sia stato in grado di stravolgere la nostra vita lavorativa e sociale, facendoci dimenticare anche le tradizioni natalizie. Adesso le case si sono riaperte, i mezzi hanno ripreso ad andare e c’è stato spazio per fare le vacanze. Anche queste, senza dubbio, molto diverse da come ce le si immaginava a gennaio. Ma non si può parlare di “ritorno alla normalità”. Semmai di una nuova normalità, dove «le relazioni sono diminuite e, insieme alla diffidenza, prevale anche la qualità». C’è stata un’altra conseguenza del lockdown, però, che resterà a lungo nelle nostre coscienze». Ed è «la scoperta della nostra vulnerabilità».

La pandemia ci costringe a chat e videochiamate per le feste

 Chat

Ci si è scoperti deboli, attaccabili, fragili, in una situazione in cui il virus è andato a minare proprio il sistema dei rapporti umani. Ha intaccato la fiducia reciproca: gli altri, anche quelli più vicini, potevano essere un pericolo. E allora, in questo sentimento di abbandono, accompagnato dalla reclusione forzata, i contatti sono stati trasferiti nella rete. Chat, videochiamate, videoconferenze: lo spazio virtuale è cresciuto, ha cominciato a occupare quasi ogni aspetto della nostra vita.

Immacolata Concezione: l’8 dicembre ritorna la tradizionale festa ultima modifica: 2020-12-08T09:00:00+01:00 da Giancarlo Noviello

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x