La fugazza vicentina, regina della Pasqua - itVicenza

itVicenza

pubbliredazionale CUCINA TRADIZIONALE TRADIZIONI

La fugazza vicentina, regina della Pasqua

LA fugazza - Fugazza vicentina
Articolo promozionale

La fugazza vicentina per Pasqua è una vera tradizione. Si tratta di un dolce morbido e gustoso tra i più prediletti nel periodo pasquale.

La fugazza

Si predilige molto questo dolce perché è sinonimo di tradizione e prepararla durante le vacanze di Pasqua fa parte di un rituale. Inoltre vi posso garantire che è davvero buonissima. La fugazza ha un sapore piuttosto delicato, ideale per ogni momento della giornata, dalla colazione al caffè in famiglia nel pomeriggio. Può essere una buona merenda con il tè oppure dopo un pasto come dessert.

La fugazza - Uova nella ciotola

Tanti ne vanno pazzi perché soprattutto l’interno è soffice e leggero, mentre l’esterno è croccante e dolce, grazie alla granella di zucchero. La Fugassa vicentina, termine dialettale che significa focaccia, è una pasta lievitata che richiede una lavorazione piuttosto lunga, ma che garantisce un risultato soddisfacente per chi la prepara. Il sapore della Fugassa vicentina e il profumo agrumato dato dal limone e dall’ arancia, misto alla fragranza di vaniglia sono unici.

La fugazza vicentina

Serviranno 550 gr. circa di farina bianca 00, 140 gr di zucchero semolato, 110 gr di burro ammorbidito e 25 gr di lievito di birra. Procuratevi 3 uova piccole, 7 gr di sale, della scorza grattugiata di limone e d’arancia. Poi una bustina di vanillina, zucchero in granella e mandorle.

la fugazza - Lavorazione della Pasta sul marmo

Ora impastate 15 gr di lievito con 75 gr di acqua tiepida e 130 gr di farina. Fate lievitare il tutto coperto e in luogo tiepido per  30 minuti. Ora sbattete un uovo con 40 gr di zucchero e 30 gr di burro ammorbidito. Impastate con 120 gr di farina e con il panetto lievitato. Lavorate l’impasto sulla spianatoia per circa 10 minuti. Fate lievitare coperto ancora per circa un’ora e mezza. Ora sbattete un altro uovo con 50 gr. di zucchero, 30 gr di burro ammorbidito e 120 gr di farina.

Dolci pasquali

Lavorate la pasta ottenuta assieme a quella lievitata per altri 10 minuti e fate lievitare per due o anche tre. Mescolare bene l’impasto e se risulta troppo duro, aggiungere un po’ di latte o acqua. Preparate un impasto con un tuorlo, 30 gr di burro ammorbidito, 50 gr. di zucchero, mezza arancia limone grattugiati e la bustina di vanillina. Aggiungete 7 gr. di sale, il rimanente lievito sciolto in due cucchiai d’acqua tiepida e 130 gr. di farina. Unite il tutto alla pasta lievitata e lavoratela per 15 minuti. Fate lievitare ancora un’oretta.

la fugazza - Impasto A Lievitare nella teglia

Lavorate la pasta sulla spianatoia ancora 10 minuti, formate una palla e mettetela in teglia imburrata e infarinata. Incidete la superficie con un segno a croce profondo e lasciate lievitare per 3 ore. L’impasto infine dovrebbe essere raddoppiato. Spennellate la superficie con l’albume d’uovo sbattuto e cospargete con la granella di zucchero.

Dolci veneti

Aggiungete le mandorle. Infornate in forno caldo a 180°C per circa 40 minuti. Se dovesse colorare troppo in superficie coprite con un foglio d’alluminio. Scaldare il forno a 170° e decorare con un’altra manciata di granella di zucchero. Cuocere per 45 minuti o fino a doratura (fate sempre la prova dello stecchino: se esce asciutto, la fugazza è pronta.

La fugazza vicentina, regina della Pasqua ultima modifica: 2021-03-15T08:30:00+01:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Julieta B. Mollo

Mi ha fatto pensare alla nostra fugazza o fugazzeta (da noi è un tipo di pizza) 😁

To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x