EVENTI

ll 25 novembre, Vicenza ricorda la Giornata internazionale sulla violenza delle donne.

Olympus Digital Camera

Il 25 novembre ricorre la Giornata internazionale sulla violenza delle donne, che sarà celebrata con un fitto calendario di iniziative curate dall’ufficio Pari opportunità del Comune di Vicenza in collaborazione con numerose associazioni femminili del territorio.
Dall’8 novembre all’1 dicembre sarà possibile assistere a spettacoli teatrali e concerti, partecipare a tavole rotonde, ad eventi sportivi, presentazione di libri, visitare mostre con un unico filo conduttore: la riflessione sul tema della violenza sulle donne.

Olympus Digital Camera

La gran parte degli appuntamenti sono ad ingresso libero oppure prevedono la raccolta di offerte per sostenere progetti specifici.

Giornata Internazionale sulla violenza: IL PROGRAMMA

Il programma è stato presentato in sala Stucchi a Palazzo Trissino dall’assessore alle risorse umane con delega alle pari opportunità Valeria Porelli e dal vicesindaco e assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto.

Erano presenti, inoltre, le componenti della consulta per le politiche di genere, Caterina Soprana, presidente della quarta Commissione consiliare Sviluppo economico e attività culturaliJacopo Maltauro, presidente della Commissione consiliare diritti e pari opportunità.

Olympus Digital Camera

Il Comune di Vicenza celebra questa importante giornata con un fitto calendario di iniziative di vario genere, di natura convegnistica, artistica e sportiva, alcune consolidate altre invece vere e proprie novità, in collaborazione con le associazioni femminili del territorio – ha esordito l’assessore alle risorse umane con delega alle pari opportunità Valeria Porelli -. Ringrazio le componenti della consulta che si impegnano durante tutto l’anno, non solo in occasione del 25 novembre, per mantenere viva l’attenzione sul tema della violenza di genere e delle altre forme di violenza, coinvolgendo anche gli studenti. Quest’anno abbiamo un manifesto con una grafica d’effetto particolarmente rappresentativa“.

Le proposte che si articoleranno tra l’8 novembre e l’1 dicembre hanno l’obiettivo di sensibilizzare l’opinione pubblica su alcuni temi importanti tra cui i minori e la dipendenza affettiva – ha detto il vicesindaco e assessore alle politiche sociali Matteo Tosetto -. Fondamentale diventa la collaborazione con le associazioni del territorio per creare una rete di servizi e ottenere risultati ottimali”.

Il 26 novembre alle 20.45 (con replica per le scuole il 27 mattina alle 10) al Teatro Astra si svolgerà lo spettacolo “Io, Emanuela. Agente della scorta di Paolo Borsellino”, momento importante all’interno del progetto di Educazione alla legalità, promosso dal Comune di Vicenza, ma che ben si inserisce nel programma che novembre dedica al contrasto alla violenza sulla donna – ha spiegato Caterina Soprana, presidente della quarta Commissione consiliare Sviluppo economico e attività culturali –. Celebra infatti una figura femminile che alla legalità e al rispetto dei valori fondamentali ad essa legati aveva scelto di dedicare la sua vita, pur con tutte le difficoltà di essere donna in un contesto lavorativo a netta prevalenza maschile. Ci era riuscita con coraggio, e le fu affidato un incarico ad altissimo rischio, per il quale forse, i suoi 23 anni erano davvero pochi. Una rappresentazione che racconta una vita spezzata e un pezzo di storia che nessuno dovrebbe dimenticare. Sotto forma di monologo, intenso e ben recitato, lo spettacolo è gratuito ed è adatto anche al pubblico adolescente, per l’equilibrio con cui è narrato e per la forza dei valori che trasmette”.

Il delicato tema della violenza alle donne tocca inevitabilmente anche il mondo giovanile che ha bisogno di sostegno e proposte per comprendere che certe situazioni non devono accadere – ha concluso Jacopo Maltauro, presidente della Commissione consiliare diritti e pari opportunità -. Da questo fitto calendario si vede come l’interdisciplinarietà dei temi evidenziano che la donna è sempre più una risorsa fondamentale per la società“.

Marcia silenziosa e Women in run

Sono due gli appuntamenti cuore dell’iniziativa, che si ripetono ogni anno e che sono sempre molto sentiti e partecipati.
Con la Marcia silenziosa di sabato 23 novembre, con partenza alle 15.30 da Campo Marzo e arrivo in piazza Biade, a cura dell’Associazione Donne Medico della Provincia di Vicenza, dell’assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Vicenza, della Consulta per le Politiche di Genere del Comune di Vicenza e del Centro antiviolenza comunale di Vicenza, verranno ricordate – senza parole – le vittime che parlano tutte le lingue del mondo. A conclusione della marcia seguirà un flash mob.
Attraverso lo sport sarà possibile poi dare un segnale di stop alla violenza. Domenica 24 novembre, con partenza da piazza San Lorenzo alle 10 e arrivo alle 12 nello stesso luogo, Women in run promuovono “Vicenza di corsa contro la violenza”: 10 chilometri di corsa e 5 chilometri di camminata o corsa per le vie del centro. Per partecipare è prevista un’offerta libera a favore dell’Associazione “DonnachiamaDonna” che gestisce il Centro Anti Violenza.

Programma delle iniziative

Venerdì 8 novembre dalle 20.30 alle 23.30

Sala Conferenze Chiostri Santa Corona – contra’ Santa Corona

Convegno “i bambini strappati”

In questi tempi le famiglie sono in difficoltà sia economiche che affettive. Ci sono bambini che vengono allontanati momentaneamente o definitivamente dai genitori perchè le istituzioni giudicano i genitori non sufficienti e i decreti d’urgenza, quindi senza filtro, riempiono le case accoglienza viste come la “soluzione migliore”.

Rispondere come individui a questo disastro del Sistema è difficile. Non ci sono risposte individuali sufficienti: non è una risposta isolarsi; non è una risposta sperare di non essere toccati.

Con questo incontro si vuole non solo informare, ma anche riflettere insieme, proporre possibili soluzioni, guardarci e renderci conto che non siamo soli, che questi problemi non  sono i “nostri problemi”, ma riguardano una collettività.

Moderatore: dott.ssa Emanuela Natoli – Presidente Movimentiamoci Vicenza

Giancarlo Noviello

Autore: Giancarlo Noviello

Giornalista, iscritto all’Ordine dei Giornalisti del Veneto, collabora con il Gazzettino di Padova dal 20 ottobre 2017, dopo aver trascorso dieci anni nel gruppo dei quotidiani GEDI (Mattino di Padova – La Nuova Venezia e Mestre e La Tribuna di Treviso). Scrivo su alcuni periodici di informazione cartacea e on line, e coordino alcuni Uffici Stampa. Nel tempo libero amo correre come atleta master. Sono tesserato con l’Atletica Due Torri Noale e ho partecipato e concluso una quindicina di maratone italiane ed estere, tra le quali Parigi, Londra, Berlino e Dublino, debuttando alla maratona del Santo a Padova nel 2008.

ll 25 novembre, Vicenza ricorda la Giornata internazionale sulla violenza delle donne. ultima modifica: 2019-11-06T00:06:05+01:00 da Giancarlo Noviello

Commenti

To Top