Passeggiando per Vicenza, godendo la bellezza dei ponti storici - itVicenza

itVicenza

ITINERARI PASSEGGIANDO

Passeggiando per Vicenza, godendo la bellezza dei ponti storici

Passeggiando per Vicenza - Ponte risalente al 1200

Passeggiando per Vicenza con la bella stagione, a piedi o anche in bici, perché no? si può visitare i vari ponti storici della città. Talvolta siamo distratti sfrecciando in auto e non ci soffermiamo sulla grazia architettonica e sulla storia antichissima di alcuni scorci cittadini.

Passeggiando per Vicenza  

Prendiamo ad esempio l’antico Ponte Pusterla. E’ una bella struttura a tre archi che in origine era interamente di legno. Poi, nel lontano 1231 si è proceduto a sostituire il legno con la pietra. Si accede da contrà San Marco o da Contrà Vittorio Veneto, verso un luogo che da sempre è praticamente parte del territorio. Il nome pusterla sembra riferirsi a una piccola porta di passaggio; qualcosa di molto antico dunque.

Passeggiando per Vicenza - Ponte San Paolo visto da ovest
fonte foto – Viwikedia – Claudio Gioseffi – CC BY-SA 3.0

Qui, infatti, si trovava una delle originarie porte d’ingresso alla città di Vicenza. Con il mutare dei tempi, l’entrata è diventata di secondaria importanza, dopo l’avanzamento della cinta muraria e abbattuta nel 1820; per facilitare i collegamenti con il centro cittadino. Un restauro importante di questo ponte risale al 1444 e poi ancora nel 1640. Arrivando al 1928, il ponte fu allargato per esigenze di traffico e l’avvento dei mezzi motorizzati.

Passeggiando per Vicenza su Ponte Fusteria e Ponte Sa Paolo

Placido, da sempre qui scorre il fiume Bacchiglione, sotto un ponte, che però è stato danneggiato dall’alluvione del 1º novembre 2010. Dello stesso periodo è un’importante ristrutturazione, che ne ha alzato anche il piano stradale. Abbiamo anche Ponte degli Angeli, che sorge nelle vicinanze di Piazza Matteotti e deve il suo nome odierno all’antica chiesetta di Santa Maria degli Angeli. La chiesa non esiste più. Era stata ricavata dal torrione di protezione dell’importante Ponte di San Pietro.

Passeggiando per vicenza - Ponte San Michele da est
fonte foto – Viikipedia – Claudio Gioseffi – CC BY-SA 3.0

Orbene, Palladio al riguardo, tra il 1555 e il 1560 ne aveva predisposto un progetto di restauro. Alcuni secoli dopo, nel 1889, il manufatto fu completamente demolito perché ritenuto di ostacolo allo scorrere del fiume Bacchiglione. Sostituito con una struttura in ferro; di fatto collegamento le due sponde, fino al secondo dopoguerra. Poi il ponte subì un rifacimento in cemento armato con una struttura più adatta a sopportare il crescente traffico veicolare.

Ponte Furo

Passeggiando in lungo e in largo, incontriamo Ponte Furo, dal quale si può ammirare una delle più suggestive e belle cartoline di Vicenza. Il fiume Retrone, si snoda sinuoso attraverso gli edifici. Ammiriamo nel panorama la Basilica Palladiana e la Torre cittadina; davvero  uno degli scorci più belli di Vicenza. Il ponte sorge dove la roggia Seriola confluiva nel Retrone; dove c’era la Barriera Eretenia, uno degli ingressi daziari attraverso la cinta che delimitava la città. Spostandoci in bici troviamo anche Ponte delle Barche.

vegetazione rigogliosa - Ponte Novo dall'alto
fonte foto – Viikipedia – Claudio Gioseffi – CC BY-SA 3.0

Sorge nel quartiere centrale delle Barche ed è il più antico dei ponti vicentini; con tre archi sostenuti da pilastri a grossi blocchi di pietra. Vediamo qui arcate molto basse. Ponte San Michele invece, risale al Seicento sul modello dei ponti veneziani. Il nome deriva dal convento e dalla chiesa romanico-gotica di San Michele, eretto nel duecento dai frati agostiniani.

Ponte San Michele

Una parte di questo ponte è stato demolito per motivi di spazio. La seconda parte distrutta invece in epoca napoleonica, è attraversabile solo a piedi. Abbiamo anche Ponte San Paolo, che da piazza delle Erbe porta all’omonima contrà. Strutturalmente, in epoca romana, attraversava la città da nord a sud. Dopo una piena del fiume, sono emersi alcuni scivoli di carico e scarico usati dalle imbarcazioni che risalivano il Retrone.

Passeggiando per Vicenza - Ponte Barche a Vicenza
fonte foto – Viikipedia – Claudio Gioseffi – CC BY-SA 3.0

Trasportavano le merci fin sotto il Ponte stesso fino al ‘700. Da queste parti si svolge il mercato cittadino. Abbiamo anche il Ponte Novo, in origine Ponte delle Convertite per la sua vicinanza a un monastero. Demolito e ricostruito negli anni duemila, collega la parte nord della città con la zona di Corso Fogazzaro. Quando le acque del fiume erano balneabili, i giovani vicentini usavano tuffarsi da questo ponte per un bagno.

Passeggiando per Vicenza, godendo la bellezza dei ponti storici ultima modifica: 2021-05-24T08:28:52+02:00 da simona aiuti

Commenti

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
To Top
1
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x